La contraffazione online

CONTRAFFAZIONE ONLINE

L’evoluzione delle reti web, l’incremento dei servizi offerti dai provider e la diffusione dell’e-commerce hanno indubbiamente reso la contraffazione online un fenomeno rilevante: basti pensare che  secondo i dati della Guardia di Finanza nel 2012 i numeri della contraffazione su internet hanno avuto un incremento pari al 60% rispetto all’anno precedente.

Oggi pertanto una buona ed efficace strategia di brand protection non può oggi prescindere dal web.

Se da un lato la contraffazione online è difficile da individuare e da combattere -anche perché le forme di tutela giuridicamente previste si concretizzano con lentezza rispetto alla velocità con cui le tecnologie della rete offrono nuove possibilità di comunicazione- dall’altro lato però bisogna tener conto che, a differenza della contraffazione offline, le attività sul web sono e rimangono tracciabili per diverso tempo ed Internet è sempre più spesso il luogo dove prioritariamente agiscono e si rendono visibili i contraffattori. 

Per qualsiasi azienda di un certo livello è quindi importante avere innanzitutto conoscenza di ciò che avviene nel web rispetto ai propri marchi e prodotti, in modo da poter misurare l'entità delle contraffazioni che la danneggiano, sintetizzare il fenomeno e prendere le opportune decisioni per combatterlo. 

Così come ogni marchio è diverso dall’altro, così per ogni azienda è necessaria una strategia personalizzata di tutela online, che comprenda la scelta dei marchi/dei prodotti da sorvegliare e proteggere e dei casi da affrontare.

A seconda dei casi, le attività di tutela contro la contraffazione online si sostanziano pertanto in:

  • registrazione di nomi a dominio nelle estensioni di interesse;
  • analisi del web;
  • sorveglianza sulle registrazioni di nomi a dominio effettuate da terzi;
  • segnalazione degli abusi rilevati agli ISP coinvolti;
  • procedure extragiudiziali di recupero;
  • procedure giudiziale e/o extragiudiziali di riassegnazione.