Le ricerche di anteriorità

RICERCHE DI ANTERIORITA’

L’innovazione espone al rischio di interferire con preesistenti diritti di terzi: ecco perché è necessario verificare la validità del proprio marchio, brevetto o modello per mezzo di ricerche preliminari su banche date specialistiche.

Il rischio di conflittualità sussiste in particolar modo nel settore dei brevetti, dove vi sono spesso delle privative “silenti”, non ancora utilizzate o depositate molto prima di quando commercialmente sfruttate.

E’ pertanto assolutamente raccomandabile, quando si intende procedere a modifiche sostanziali di un prodotto o di un processo, ed anche indipendentemente dall’intenzione o meno di brevettare l’innovazione, verificare lo stato dell’arte a quel momento.

All’atto della formulazione di una innovazione, le ricerche di anteriorità hanno, pertanto, un duplice scopo:

  • verificare che l’innovazione sia libera da diritti di terzi;
  • verificare che l’innovazione sia proteggibile tramite brevettazione.

I due concetti sono del tutto diversi: una innovazione di perfezionamento di un brevetto esistente, per esempio, può essere perfettamente brevettabile, ma l’oggetto del brevetto non è liberamente sfruttabile se il brevetto precedente è ancora in vigore; viceversa, un brevetto anteriore decaduto non impedisce la produzione dell’innovazione, ma questa potrebbe risultare, alla luce delle anticipazioni, troppo banale da essere brevettabile.

La ricerca di anteriorità è di enorme ausilio anche per evitare l’inutile spesa del deposito di un’idea che risulta totalmente anticipata o per correggere il tenore delle rivendicazioni se l’idea risulta parzialmente anticipata.


SERVIZIO DI SORVEGLIANZA

In aggiunta alla singola ricerca di anteriorità svolta anteriormente al deposito di un diritto di proprietà industriale (o anche in assenza di deposito), è possibile attivare un servizio di monitoraggio continuativo, tramite un’attività di sorveglianza sistematica su determinate aziende e/o prodotti o ricerche mirate su aspetti particolari.

I vantaggi del monitoraggio tramite un servizio di sorveglianza sono molteplici:

  • si evita il rischio di trovarsi impreparati al lancio di una innovazione tecnologica;
  • si accrescono le conoscenze;
  • ci si può inserire nel nuovo filone tecnologico tentando degli sbarramenti con eventuali brevetti che vadano a colmare i vuoti individuati (tecnologie alternative o complementari) oppure con brevetti di perfezionamento che bloccano le possibilità di evoluzione della concorrenza;
  • si può contrastare il rilascio di brevetti da parte degli uffici competenti tramite un’azione amministrativa enormemente più veloce ed economica che non la successiva domanda di annullamento presso i tribunali di ciascuna nazione;
  • si focalizzano le idee sui filoni tecnologici più promettenti, evitando ricerche verso rami sterili.